Nane Cantatore

Ho studiato filosofia alla Sapienza (tesi su Hegel, dottorato su Husserl, qualche pubblicazione qua e là) e, fin dai miei ultimi anni da studente, lavoro nella comunicazione e nell’analisi strategica. Adesso faccio queste cose con Tombolini & Associati, di cui sono socio e partner.

Nane Cantatore

La costruzione di un nuovo modello

Proviamo a tirare le fila, a partire dalle considerazioni fatte sinora. Già qualche settimana fa avevamo sollevato il problema di chi potrà attuare quel nuovo Piano Marshall di cui si parlava in relazione all’emergenza economica legata alla pandemia, sottolineando che un piano del genere non può limitarsi alla spesa pubblica assistenziale “a pioggia” ma deve …

La costruzione di un nuovo modello Leggi tutto

Fuori dall’emergenza – la risposta economica

Proseguiamo con la disamina critica dell’approccio emergenziale e le modalità con cui potremmo uscirne, adottando una strategia più articolata e capace di gestire meglio le risorse e perseguire obiettivi che vadano oltre il brevissimo termine. Dopo alcune considerazioni introduttive, ho provato a mettere a fuoco il versante sul quale i danni della logica dell’emergenza si …

Fuori dall’emergenza – la risposta economica Leggi tutto

Localizziamo il rischio

Da diverso tempo pubblichiamo i dati regionali. Adesso che siamo entrati, con molte titubanze, nella famosa fase 2, è necessario individuare con la massima precisione le zone a rischio, sia per intervenire in modo puntuale e mirato, sia per decidere su eventuali restrizioni, che non sarebbe il caso di imporre anche a territori meno esposti. …

Localizziamo il rischio Leggi tutto

Che R0 farà?

Con l’imminenza della sospirata fase 2, è necessario vere un quadro tempestivo e preciso della situazione, per prevedere gli sviluppi e prevenire nuovi disastri. Ci mettiamo in gioco, con una stima dell’evoluzione del numero di contagi al variare del parametro R0. Come si vede, la prospettiva è positiva fino al valore 1 (area in verde), …

Che R0 farà? Leggi tutto

Interiorizzare le esternalità

La scorsa settimana ho provato, partendo dai problemi di messa in sicurezza delle fabbriche, a sollevare alcune questioni sulle debolezze dell’attuale modello produttivo rispetto alle sollecitazioni prodotte da una pandemia. Vorrei continuare ad approfondire questo tema, perché mi sembra che lo strato della produzione industriale continui a essere decisivo per determinare le forme organizzative e …

Interiorizzare le esternalità Leggi tutto

CoVstat_EU

L’Italia non ci basta: questa pandemia ha una dimensione globale e, soprattutto, europea. Una dimensione che riguarda tanto il dato della diffusione dei contagi e delle misure per contrastarla, quanto quello delle conseguenze economiche e sociali e delle possibili risposte. Per questo lanciamo oggi la nuova sezione Pandemia, in modo avere una panoramica completa di …

CoVstat_EU Leggi tutto

Fuori dall’emergenza – la risposta sanitaria

Una settimana fa, ho provato a mettere in evidenza alcuni pericoli della logica dell’emergenza, che porta a risposte semplicistiche e inefficaci e, soprattutto, impedisce la considerazione critica dei problemi e l’analisi dell’efficacia delle risposte. Nel caso della pandemia che stiamo affrontando, questa logica prevale in tutte e tre le dimensioni della crisi: sanitaria, economica e …

Fuori dall’emergenza – la risposta sanitaria Leggi tutto

La pandemia in fabbrica

Sembra chiaro che la fase 2, per quanto ancora tutt’altro che ben definita, vedrà fin dall’inizio consistenti riaperture di fabbriche e impianti produttivi. Per quanto sembri una priorità scontata, può aver senso porsi qualche dubbio. Innanzitutto, perché proprio le fabbriche? Certo, perché bisogna fatturare, se non si fattura non si incassa, se non si incassa …

La pandemia in fabbrica Leggi tutto

Ridimensiona font
Contrasto